5 giorni a 5 stelle: LicenziAct

Negli ultimi giorni è passato alla Camera il jobs act, al quale abbiamo fatto un strenua opposizione. Ma i partiti hanno preferito consegnare una delega in bianco al governo in materia di lavoro: ciò significa che Renzi sarà libero di ottemperare alle più drastiche richieste europee in termini di precarizzazione del lavoro, abbassamento dei salari e sorveglianza senza che il Parlamento possa obiettare. E tanto per rimanere in tema di obbedienza agli stranieri, il nostro portavoce Frusone ha scoperto che il governo ha stanziato anche…

In merito alle espulsioni

Siccome mi state chiedendo cosa penso delle espulsioni odierne vi rispondo, nonostante non sia mia abitudine utilizzare fb per qualcosa di diverso da un mezzo per parlare di lavoro e di cose serie. Penso che stiamo perdendo una grande occasione, l’unica vera occasione che l’Italia abbia conosciuto da molti anni a questa parte. Penso che stiamo frustrando le aspettative di milioni di persone e che al danno di averle illuse di essere l’unico cambiamento possibile aggiungiamo la beffa di un pollaio indegno dato in pasto…

L’Italia condannata per la precarizzazione della scuola

E’ arrivata una sentenza storica: oggi la Corte di Giustizia Europea ha condannato l’Italia per la precarizzazione di massa del personale scolastico. In Italia esistono insegnanti precari di 50 anni, che lavorano da decenni con contratti a termine, cambiando scuola e allievi ogni anno. Eterni supplenti, discriminati economicamente rispetto ai colleghi a tempo indeterminato: niente scatti di anzianità, niente ferie e nessun permesso retribuito. Quanti sono? Oltre 300.000. E alla loro instabilità lavorativa e psicologica si somma quella degli alunni costretti a cambiare continuamente insegnanti.…

L’Italia condannata per la precarizzazione della scuola

E’ arrivata una sentenza storica: oggi la Corte di Giustizia Europea ha condannato l’Italia per la precarizzazione di massa del personale scolastico. In Italia esistono insegnanti precari di 50 anni, che lavorano da decenni con contratti a termine, cambiando scuola e allievi ogni anno. Eterni supplenti, discriminati economicamente rispetto ai colleghi a tempo indeterminato: niente scatti di anzianità, niente ferie e nessun permesso retribuito. Quanti sono? Oltre 300.000. E alla loro instabilità lavorativa e psicologica si somma quella degli alunni costretti a cambiare continuamente insegnanti.…

IL FUTURO DEGLI STAGISTI E L’INDEGNO RICATTO ALLA “GENERAZIONE 300 EURO”

Ieri in aula durante l’esame del Jobs Act è stato bocciato un mio emendamento. Chiedeva una cosa molto semplice: che tutti i tirocinanti venissero retribuiti almeno 600 euro lordi mensili. Oggi lo “stagista” italiano guadagna 300 euro lordi al mese e può essere inserito nel mondo del lavoro tramite tirocinio per svolgere qualsiasi professionalità senza che sia previsto un numero massimo di ore. 300 euro lordi al mese sono per noi lesivi dell’art. 36 della Costituzione. Come può essere “dignitoso” retribuire con 300 euro lordi…

Jobs Act in un Aula sorvegliata

Ieri alla Camera si è discusso il Jobs Act, una legge vergognosa che dà a Renzi carta bianca per licenziare l’Italia senza una giusta causa. Nella nostra proposta depositata mesi fa, viene invece garantita al lavoratore la riqualificazione costante, il sostegno al reddito in caso di perdita del posto e un serio accompagnamento al reinserimento lavorativo: http://goo.gl/lX0RAH NO #Licenziact Loro impongono la video-sorveglianza degli operai Ma voi non vorreste video-sorvegliare costantemente i vostri dipendenti cioè loro? Perché loro si arrabbiano molto quando li immortaliamo in…