A Monza per parlare di scuola

Ieri sera sono stata a Monza, insieme ai miei colleghi Simone Valente e Davide Tripiedi, per sostenere il candidato sindaco Danilo Sindoni e per parlare di scuola e sport. Di seguito il video del mio intervento introduttivo:

Presentazione #ProgrammaScuola

Oggi abbiamo presentato il Programma Scuola del MoVimento 5 Stelle, più risorse, più qualità, più inclusione perché la scuola pubblica statale deve tornare al centro delle politiche del governo.   Il video del mio intervento durante la conferenza stampa in Senato

E’ giusto valutare scuole e docenti?

E’ giusto valutare scuole e docenti? Come possiamo trasformare il Sistema Nazionale di Valutazione in modo da stimolare i processi di miglioramento ma al contempo non intaccare la cooperazione tra docenti? Il mio intervento introduttivo al convegno sulla valutazione del sistema scolastico.

Programma Scuola M5S: la scuola torni al centro

Per il MoVimento 5 Stelle la scuola italiana deve essere pubblica e statale, gratuita, democratica, aperta, inclusiva e innovativa. Vogliamo promuovere la costruzione di una società aperta e solidale, ispirata ai valori di umanità, uguaglianza, tolleranza e civiltà su cui si fonda la nostra Costituzione. Desideriamo formare cittadini consapevoli, curiosi e dotati di spirito critico, in grado di affrontare le mutevoli sfide del futuro. È importante che i nostri bambini e ragazzi si innamorino della conoscenza e diventino protagonisti attivi del processo di apprendimento. Il…

Scuole e docenti: la valutazione tra Mythos e Praxis

Venerdì 12 maggio alla Camera si è svolto il convegno “Scuole e docenti: la valutazione tra Mythos e Praxis”. Si è trattato di un momento di confronto molto utile e costruttivo tra MoVimento 5 Stelle, esperti e operatori del mondo della scuola, incentrato su vantaggi e svantaggi dell’attuale sistema di valutazione. Ad aprire i lavori è stato il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio che ha ricordato come l’istruzione sia realtà vasta e complessa con la quale la presunzione non paga: la prima regola è…

Uccidete la scuola perché volete sudditi!

“Uccidete la scuola perché volete sudditi!” Intervento finale durante l’approvazione della legge 107. Era il 20 maggio 2015. “Grazie Presidente, la morte della scuola pubblica italiana è una lenta agonia che dura da vent’anni, ma che inizia la sua fase terminale con la pubblicazione della “Buona Scuola”: il primo di una lunga serie di nauseanti spot. Col passare dei mesi “la Buona Scuola” ha perso le poche note positive e assunto i contorni di una carneficina. Una carneficina che cercate pateticamente di nascondere riempiendovi la…